La stagione primaverile di questo anno 2024 è senza dubbio caratterizzata da un nuovo minimalismo che già da anni si è fatto strada fino a consacrarsi nel cosiddetto quiet luxury.
Questo nuovo stile porta con se linee delicate e minimali che delineano una consapevole raffinatezza nel non ostentare, ma nel prediligere forme sobrie e ben abbinate.

Le caratteristiche del quiet luxury

Giacche dai baveri ampi e pantaloni dal taglio vintage, con pence e gamba larga sono protagonisti in tinte neutre come il beige, il rosa pesca, il crema ed il bianco panna.

A questo si potranno abbinare camicie leggere tono su tono, o magari con fantasie sempre in pendant assicurando che la nuance di colori non sia troppo variegata, ma che piuttosto sia giocata su differenti tonalità di uno stesso colore. Ci si allontana così dai loghi e monogrammi ostentati e si fanno scelte di stile e di filosofia.

May Faber Quiet Luxury Trend


Sussurrare uno stile ed una scelta consapevole

Il focus è sui dettagli, la qualità dei materiali, dei tessuti naturali.
Il quiet luxury, ovvero il lusso silenzioso e non ostentato è fatto di piccole grande scelte nascoste nella storia di un capo.
La scelta di un campo sostenibile o made in Italy, le forme sobrie e non ostentate, si tratta di un modo sussurrato per dichiarare il proprio stile lasciando che il capo sartoriale o di alto design venga scorto solo dagli occhi dei più esperti.

May Faber Quiet Luxury Trend

Veste quite luxury chi compra meno capi ma giusti, che durano a lungo, più versatili, resistenti e meno inquinanti nei confronti dell’ambiente.

Un abito su misura rispecchia proprio questo, una filiera corta e locale, una risposta ad una specifica richiesta del cliente senza lanciare produzioni smodate che rischiano di entrare in una spirale di smaltimento nel giro di sei mesi.

Per saperne di più della nostra filiera, clicca qui.