La Notte di San Silvestro è la festa che segna l’inizio di un nuovo anno e spazza via il vecchio, che, come sappiamo, non è stato molto clemente, festeggialo in grande stile e ricordati che buon anno si vede dall’outfit che si sfoggia il 31 dicembre, lasciatevi ispirare dai nostri consigli per cosa indossare a Capodanno!

“La tradizione vuole che sia scintillante e quindi di buon auspicio per un nuovo anno prospero.

In qualsiasi modo si decida di festeggiare, la notte di Capodanno richiede un look davvero speciale, ancora meglio se “su misura” (ricordatevi quindi che per confezionare un outfit May Faber occorrono sei settimane). ”

Invito Black Tie

Se l’invito riporta la dicitura BLACK TIE, allora è d’obbligo lo smoking nero, con papillon in tinta e camicia bianca, meglio se plissettata sul davanti, colletto diplomatico e polsino con gemello.
La scelta ideale per l’uomo che partecipa ad una festa di Capodanno elegante e formale è senza dubbio lo smoking, di solito nero o blu scuro. Un vero tocco di stile è lo smoking composto fa giacca in velluto con rever in raso.

Invito Whte Tie

Questo invito rappresenta il livello massimo di formalità e richiede un grado di eleganza ancora più alto e raffinato. I modelli più adatti a questo tipo di situazione sono sicuramente il frac nero con camicia bianca, gilet e papillon o cravatta bianchi. Sicuramente questo è un invito d’eccezione per eventi di risonanza come la premiazione dei premi Nobel o serate di gran galà.

Invito Creative Black Tie

Un invito insolito che lascia un po’ di spazio all’introduzione di una nota di colore o ad un tocco creativo. Questo invito parte dai rigori formali di base che caratterizzano la categoria dove è imprescindibile indossare lo smoking con un farfallino nero. È possibile comunque accostare ai colori preponderanti dell’outfit (nero e bianco) un tono di colore. Proponiamo un papillon con doppia colorazione fondo nero e fronte colorato.
In alternativa il tocco di colore potrebbe essere inserito nella fascia oppure nel gilet cercando di prediligere tessuti tinta unita ed evitando le fantasie per via della formalità dell’invito. Le scarpe? Rigorosamente formali e nere.

Invito Black Tie Optional

Spazio alla personale interpretazione, ma ricordando di attenersi ai dettami di eleganza ed etichetta. Si possono fare a riguardo scelte differenti, ma la cosa più importante è che non è obligatorio lo smoking, bensì indossare un abito formale purchè scuro (nero o blu notte), meglio se con papillon, ma anche una cravatta scura può andare bene. A completamento scegliere una camicia bianca e delle scarpe nere.

Invito casual

Se l’abito da sera non è invece un obbligo, la soluzione più indicata è una pantalone casual come il chino ed una bella giacca sartoriale in fresco lana oppure in lana con una buona pesantezza. I tessuti in lana possono avere una grammatura che va intorno ai 360gr e questi potrebbero essere un’ottima scelta per un look invernale e un comfort caldo e avvolgente. La grammatura va scendendo quando si sceglie un tessuto in lana misto cashmere o un tessuto 100% cashmere. In questo caso la grammatura sarà molto leggera, ma al tempo stesso il tessuto vi terrà al caldo. In aggiunta, il cashmere è contraddistinto da una morbidezza avvolgente che conferisce una facile vestibilità ed il massimo comfort.  Per completare il vostro outfit optate per un dolcevita o una camicia con papillon.

Una giacca monopetto in lana, con una fantasia Principe di Galles o micro pattern geometrici può essere abbinata ad un pantalone in fustagno, mentre se voleste optare per una giacca doppiopetto consigliamo tessuti in cashmere melangiati con tasche applicate e bottoni a contrasto.

 

 

 


Lunedì 16 Marzo, si torna al lavoro, ma non è un lunedì qualunque, metà della popolazione Italiana lavorerà in smart working da casa.
Certo la possibilità di lavorare in remoto da casa è sicuramente un vantaggio che vi concede qualche comfort in più, ma non dovete lasciarvi andare, mantenendo sempre un alto standing, essendo la nostra permanenza a casa ancora piuttosto lunga.

Oltre al vostro look, non trascurate di mantenervi attivi per mantenere un benessere psico-fisico ottimale.

Come impostare l’inquadratura per una video call in smart working

Importantissimo è crearsi, per quanto possibile una postazione di lavoro quanto più pratica e confortevole. Non lavorare sul divano o sul letto. Usate una sedia ergonomica e un tavolo o scrivania che vi permetta di tenere le braccia ad una altezza consona e corretta rispetto alla vostra statura.
Scegliete la vostra postazione anche in relazione allo sfondo che avete dietro le spalle in vista di una video call. Scegliete una postazione che abbia sullo sfondo una parete, meglio se abbellita da un poster o un quadro. Sedetevi sempre su una sedia, non fatevi vedere spalmati su un divano. Non mostrare parti della propria casa o porte aperte sullo sfondo vi conferirà maggiore autorevolezza e professionalità. Posizionate la webcam quanto più frontale e dritta, meglio se rialzata per non deformare l’inquadratura. Per quanto riguarda le luci pensate ad una posizione che filtri luce naturale, oppure utilizzate una luce bianca. Evitate luoghi bui e luci gialle.

Cosa indossare durante lo smart working?

Sicuramente la possibilità di svolgere da casa le attività lavorative permette di avere comfort ineguagliabili rispetto all’ufficio, ma non rischiate di cadere nella pigrizia di indossare sempre la stessa maglietta da casa.

Fate girare il vostro guardaroba e indossate sempre qualcosa che vi piace e vi stia bene. Ricordatevi che potreste avere una video call inaspettata. Curate il vostro aspetto, barba e capelli sempre in ordine per non cadere nell’imbruttimento da quarantena.

Cosa indossare per una video call da casa

Anche l’abbigliamento, come detto poco fa è un elemento non trascurabile per quanto riguarda il vostro standing in video visione.
In relazione al vostro ruolo e professione, oltre che ai vostri interlocutori sarà meglio indossare degli outfit ad hoc.

Cosa indossare per un colloquio online

Sfondo: parete
Inquadratura: frontale
Outfit: indossate un completo da uomo includendo anche la parte di sotto. Non fate i furbi restando con i pantaloni del pigiama. Un uomo in abito acquista sicurezza e assertività.

Cosa indossare per una veloce video call fra colleghi

Sfondo: parete
Inquadratura: frontale
Outfit: potete permettervi di indossare anche solo una camicia, ben stirata ed abbottonata. Completate l’outfit con un paio di comodi jeans.

Cosa indossare per una video call fra manager e professionisti

Sfondo: parete
Inquadratura: frontale
Outfit: l’imperativo è essere completamente vestiti, giacca, pantaloni, camicia e cravatta. Mantenete sempre un alto standing e tutti si accorgeranno della vostra cura dei dettagli.

La vostra giornata vi sembrerà più piena e meno desolata se cercate di mantenere una routine che metta al primo posto il vostro benessere psicofisico.



Amatissimo e sfoggiato in numerosi eventi esclusivi, lo smoking rimane fra tutti i capi maschili il re dello stile della cerimonia serale. Un capo maschile che non può mancare nel guardaroba di un gentlemen che deve presiedere ad eventi importanti e di rappresentanza.

Lo smoking prende il nome dalla così detta smoking jacket, utilizzata per poter fumare in dedicate stanze dei palazzi Ottocenteschi. All’epoca non aveva ancora un’accezione d’ eleganza, ma con il passare del tempo è passato dal diventare un capo di ripiego ad un dogma dello stile.

Come è fatto uno smoking?

Nei secoli lo smoking ha subito modifiche e variazioni, venendo riadattato secondo i trend del momento. Il colore designato per lo smoking è tradizionalmente il nero, anche se per le cerimonie serali come i matrimoni un colore alternativo e molto ricercato è il blu notte tinta unita. Le sfumature di blu sono innumerevoli, ma puntando su un blu molto scuro non si rischierà di sbagliare.
I tessuti preferiti per realizzare uno smoking sono la seta ed il misto lana e seta per la versione invernale.

Giacca smoking

La giacca dello smoking presenta alcuni dettagli imprescindibili che la rendono riconoscibile anche ai meno esperti.
Si tratta di una giacca con rever in seta o in raso. Il rever dello smoking per eccellenza è quello sciallato anche se negli anni sono state molto apprezzate le varianti rever a lancia o rever classico con bordatura in seta o molto stretto.

I dettagli di una giacca da smoking

Il rever in seta dona luce all’abito e gli conferisce eleganza e raffinatezza. In alcuni casi, su uno smoking blu si preferisce mettere o un rever tono su tono blu oppure un rever a contrasto nel colore nero. In entrambe i casi il rever viene realizzato ovviamente in seta o in raso.
La giacca dello smoking ha notoriamente un bottone, rivestito con lo stesso tessuto dell’abito o con la seta del rever. Lo stesso rivestimento viene realizzato anche sui bottoni delle maniche della giacca.
I taschini della giacca da smoking sono a filetto, talvolta enfatizzati da inserti in seta e raso in linea con il tessuto del rever. Le tasche a filetto conferiscono un aspetto sobrio e minimale alla giacca.
La stondatura della parte anteriore e bassa della giacca dovrebbe essere piuttosto ampia ma in uno smoking su misura questa caratteristica viene valutata di volta in volta in relazione alla corporatura del cliente.
La giacca è senza spacchi sulla parte retrostante, seppur sia attualmente piuttosto apprezzato lo spacco centrale per dare maggiore agio nei movimenti.

Pantaloni smoking

I pantaloni dello smoking sono senza risvolto e caratterizzati dall’applicazione di una striscia di seta detta gallone che corre lungo la cucitura esterna della tromba della gamba. La lunghezza dei pantaloni deve essere calibrata in base alla scarpa perché questi devono cadere perfettamente sulla scarpa senza abbondanze o pieghe. Una particolarità dei pantaloni dello smoking è data dalla mancanza di passanti per la cintura. Infatti non vi è necessità di indossare una cintura, dovendo abbinarli ad una fascia in seta che cinge la vita in maniera piuttosto attillata.

Personalizza la tua cintura su misura online

Quale camicia abbinare ad uno smoking?

La camicia ideale da abbinare ad un abito smoking è sicuramente una camicia bianca, slim fit che avvolga bene i fianchi senza creare abbondanze o pieghe. Si predilige il così detto colletto diplomatico (minimal con due alette che sporgono) con bottoni nascosti in un apposito cannello. In alternativa alcuni scelgono camice con plisset sul fronte e bottoncini neri a contrasto in pan dan con l’abito.
Per quanto riguarda i polsini meglio optare per dei polsini che permettano di indossare gemelli. Ricordatevi che su una bella camicia su misura per la cerimonia non potrete trascurare la presenza delle vostre iniziali ricamate sul fianco.
Un ottimo tessuto, per la camicia in abbinamento allo smoking, è sicuramente la seta. Se optate per una camicia in cotone prediligetene uno tinta unita piuttosto leggero, senza lavorazioni texturizzate.

Crea la tua camicia personalizzata

Gilet, fascia o bretelle?

Quando si sceglie uno smoking bisogna capire bene che outfit si vuole comporre; se si vuole essere vestiti di tutto punto allora tutti i dettagli dovranno essere decisi in relazione alla tipologia di rever.

Abito smoking con rever sciallato

Il rever sciallato esige l’abbinamento con la fascia in seta che cinge i fianchi.
La fascia (detta fusciacca) deve potersi scorgere dalla stondatura ampia alla base della giacca, ma come già sottolineato, questa stondatura è meglio valutarla di volta in volta in relazione alla fisicità di chi la indossa.

Abito smoking con rever a lancia

Si abbina bene ad un gilet, tono su tono, che riprenda gli stessi dettagli della giacca: taschini a filetto, inserti in seta (se previsti nella giacca), bottoni rivestiti. Il retro del gilet è notoriamente realizzato in raso tono su tono.

Bretelle e smoking

Prediligete bretelle in tessuto, nere, blue o bianche, meglio se con applicazione a bottoni e non a pinza. Ricordatevi di far predisporre i bottoni all’interno della vita dei pantaloni per l’attacco delle bretelle. In questo caso le bretelle andranno a sopperire l’assenza della cintura, non adatta per outifit così formali. Bretelle e papillon saranno l’abbinamento ideale come vuole l’etichetta.

Scegli le tue bretelle preferite

Smoking e papillon

L’accessorio caratterizzante l’outfit smoking è sicuramente il papillon. I più esperti optano per il papillon da annodare, mentre molti altri utilizzano papillon già annodati. Il tessuto utilizzato è quello della seta o del raso utilizzato per il rever, al fine di avere così i dettagli dell’outfit quanto più preziosi e rilevanti.
Completano l’outfit una pochette da inserire nel taschino al petto se previsto.

Scegli il tuo papillon preferito
Scegli la tua pochette preferita

Quando si indossa uno smoking?

Lo smoking è un abito formale ideato per essere indossato in eventi serali: cerimonie, ma anche serate di gala e prime teatrali.
Se per il cenone di capodanno avete grandi programmi non esitate ad indossare uno smoking per San Silvestro.
Lo si indossa ogni qualvolta vi è un dress-code black tie o cravatta nera, da intendersi per eventi e celebrazioni solenni. Lo smoking bianco, sdoganato nell’ultimo secolo dai VIP americani, lo si vede maggiormente indicato per eventi serali all’aria aperta.
Vi sembrerà strano ma l’etichetta vuole che vi sia una età definita per la quale potersi permettere di indossare uno smoking. In ambienti in cui si osservano queste regole, prima dei quindici anni è sconsigliato indossare uno smoking.

Quali scarpe e calzini indossare con lo smoking?

Bisogna ricordarsi che lo smoking risponde ad un gusto estremamente formale e sobrio, quindi si consiglia di abbinarci delle scarpe chiuse quanto meno lavorate. Vi sono inoltre le così dette slipers normalmente realizzate in velluto. Questo modello ha un aspetto a babbuccia ed è da etichetta la scarpa più indicata da abbinare ad uno smoking.
In abbinamento alle scarpe e smoking, il calzino da indossare è sicuramente di un filato leggero come la filanca dello stesso colore dell’abito.

Per non sbagliare:

  • Lo smoking va indossato solo la sera, preferibilmente dopo le 18
  • Non indossare mai uno smoking con più di 1 bottone
  • I pantaloni non devono mai avere pence o risvolto
  • I pantaloni non devono essere indossati con la cintura
  • Le scarpe da indossare con uno smoking devono essere quanto più lisce e non lavorate.
  • Non indossare mai lo smoking con la cravatta

I tempi cambiano e il mondo della cerimonia si arricchisce di nuove sfumature e scenari.
Se fino ad oggi il simbolo del matrimonio erano i fiori d’arancio, la cui fioritura avviene in primavera e per tanto emblema della stagione della cerimonia, ora deve lasciar spazio al cosidetto giardino d’inverno.
Si tratta di un nuovo scenario che le coppie scelgono come cornice per il giorno del loro fatidico sì.
Queste cerimonie, che si tengono nel mese di Dicembre, si svolgono in speciali location con serre o giardini che possono essere anche innevati se si ha un pizzico di fortuna.
La palette colore dei matrimoni invernali è una palette fredda come grigi, blu, azzurri, riscaldati da colori caldi di bacche rosse e arancioni accompagnare dal verde scuro tipico delle foglie del sottobosco.

Per chi decide di optare per una cerimonia non convenzionale e quindi dicembrina, ecco alcuni suggerimenti per l’abito da sposo invernale.
Innanzitutto l’abito deve rispecchiare come sempre il mood che si vuole dare alla cerimonia, rispettando lo stile della location e la scelta del flower design.

L’ abito da sposo invernale: smoking

Per i matrimoni di Dicembre 2020 la scelta di May Faber cade su smoking dai colori inconsueti.
Un bello smoking è sicuramente nero, ma consigliamo anche di valutare non solamente il fresco lana, ma anche il velluto, meglio in combinazione con un tessuto più leggero.
Lo smoking in questione potrà quindi essere composta da una giacca in velluto con dettagli lucidi in contrasto, come il rever ed i filetti dei taschini, riprendendo con lo stesso tessuto anche i pantaloni. Il tessuto lucido che ben si abbina è il raso, mentre per chi vuole fare un contrasto più soft può optare per un misto lana e seta.
Per chi invece vuole pensare ad un look più inconsueto e di impatto, il matrimonio invernale permette di giocare con combinazioni non convenzionali.
Uno smoking bordeaux, ad esempio, può essere pensato in abbinamento con una camicia tono su tono accompagnati da un papillon nero in pelle.

L’ abito da sposo invernale: abito verde petrolio

Un’altra opzione per un abito da sposo su misura non convenzionale è la scelta di un abito verde petrolio, le cui tonalità variano a seconda delle luci. Appare come un abito blu, ma poi cambia il suo aspetto dando particolare risalto al festeggiato.
Il gilet può essere sui toni caldi del beige oppure un grigio ghiaccio con micro lavorazioni.
In questo caso consigliamo una camicia bianca e papillon May Faber doppio utilizzando i tessuti di giacca e gilet. Per chi opta invece per un tre pezzi tono su tono consigliamo un papillon bordeaux o nero.
L’abito da sposo verde petrolio è la perfetta risposta per chi l’abito vuole avere la possibilità di riutilizzarlo per altre importanti occasioni.

Cappotto da sposo

Per chi decide di sposarsi in inverno, la scelta non si limita a abito, gilet, camicia e pochi altri dettagli, ma in questo caso si aggiunge la necessità di abbinare anche un bel cappotto al proprio outfit su misura. Questa per voi potrebbe essere l’occasione per concedervi l’esperienza di farvi creare un cappotto su misura in un caldo tessuto cashmere.
I cappotti da sposo devono essere scelti in relazione all’abito che si intravede sotto.
Un cappotto nero risulta il più trasversale e si combina con abiti blue, neri, bordeaux.
Se invece avete scelto un abito grigio o verde petrolio consigliamo un cappotto grigio antracite.
I dettagli del cappotto possono anch’essi essere scelti e personalizzati in relazione al vostro gusto come tutti gli outfit May Faber.

La possibilità di poter scegliere fra differenti tessuti e grammature non deve spaventarvi, gli stylist May Faber potranno supportarvi in ogni passo della vostra scelta.

Ci raccomandiamo solamente del timing, in quanto un abito su misura ha bisogno di quattro-sei settimane per essere realizzato.

Per saperne di più non esitare a contattarci!


Si è chiuso in questi giorni la novantaseiesima edizione di Pitti Uomo 2019, evento cult della moda del gentleman contemporaneo. Un’ occasione unica per avere anticipazioni sui trend più cult delle prossime stagioni.

Alla Fortezza da Basso di Firenze hanno sfilato i mostri sacri della moda ma anche blogger e fashion victim che non si sono risparmiati di apparire con capi eleganti ed eccentrici.

Se lo stile streetwear e pop ha invaso le passerelle ormai da qualche anno, è ora il momento del tailoring. Capi sartoriali e abiti formali sono stati l’elemento caratterizzante questa edizione di Pitti Uomo 2019.

Il ritorno dell’abito sartoriale e dell’attenzione al dettaglio che solo un capo su misura sa darvi è stato preponderante.

I trend

Anche l’abito elegante da uomo può essere ispirato ad un certo stile o trend, per i volumi ed i colori che lo contraddistinguono. Si deve apprezzarne ogni dettaglio che lo caratterizza per capirne a pieno l’essenza e l’occasione in cui poterlo indossare.

E’ il caso dell’abito vintage, che in questa edizione di Pitti Uomo, ha mostrato le combinazione di colori e tessuti intramontabili per uno stile che non passa mai di moda.

L’abito in lino un po’ stropicciato è monopetto ma anche doppio petto, in alcuni casi ricalcando lo stile anni ’90 piuttosto.

Anche l’abito da uomo in cotone si è mostrato nelle sue varianti più giocose e divertenti, dai colori pastello come l’azzurro e il verde, ma anche a righe per un look più fresco.

Largo quindi ad abiti dal gusto vintage, camicie in seta e accessori retrò, come occhiali tartarugati o cravatte con microfantasie.

Moda Uomo Estate 2020

Le tonalità che meglio hanno espresso i look di questa edizione di Pitti Uomo 97 per la moda Primavera-Estate 2020 sono senza dubbio i colori della terra come il marrone ed il verde in tutte le sue tonalità, giocate anche in chiave color-block. Sapientemente bilanciate invece sono le fantasie: da prendere con le pinze se non si è sicure su come accostarle.